Da dove nasce il trading online? è una domanda ricorrente per chi si affaccia oggi a questo mondo. In questo articolo andremo a ritroso nella storia del trading online, partendo dalle origini. Attualmente in italia sono moltissime le persone che hanno scelto di investire e contattare tramite il trading online, sia dal PC che dal cellulare. Si pensi che nel 2016 in Italia c’erano ben 13 milioni di conti aperti sulle piattaforme di trading online, non sono numeri indifferenti se pensiamo alla nostra penisola, che vanta di avere 60, 48 milioni di persone, la stima è del 2018.

La storia del trading online

Il trading online si affaccia in Italia nel 1999, quando la CONSOB emana il primo regolamento di attuazione del Testo Unico dei mercati finanziari, grazie a questo emendamento i mercati finanziari vennero sanciti da regole. Il trading online vede a quel punto la sua espansione, infatti con il cambio del secolo si vide un grande cambiamento e diffusione del trading, ma facciamo un passo indietro. Correva l’anno 1993 quando la Borsa italiana decise di allargare le transazioni alle Sim negoziatrici ed accettarne la connessione.

Passarono due anni e si vide un’altro cambiamento, nel 1995 nacque Directa Sim, ovvero il primo operatore in assoluto ad offrire una piattaforma per contrattare online, eravamo agli albori del trading online, ma come abbiamo già anticipato si è dovuto aspettare il 1999 per avere il trading online regolamentato.
Nel 2000 si ebbe la vera e propria espansione, sia per l’ampliamento della rete Internet sia perché anche i mercati e le borse investirono in Internet, comprendendo che sarebbe diventato il futuro. Dal 2000 sino ad oggi gli utenti che si sono avvicinati al trading online sono moltissimi, il trading è cresciuto senza sosta. Attualmente abbiamo la possibilità di fare trading online con soli 10 Euro.

Come funziona il trading online

Il trading online come abbiamo accennato, non è altro che un modo di contrattare su mercati tramite delle piattaforme Web, il trading online è un metodo di investire capitali direttamente dalla propria abitazione. Fare trading online vuol dire attivare una compravendita, ad esempio di Azioni tramite una piattaforma che ci connette ai mercati finanziari. Quando decidiamo di entrare a far parte del vasto mondo dei trader, il primo passo è iscriversi ad un piattaforma di trading online che ci permetterà di iniziare le contrattazioni.

Per ricercare il broker di trading online è fondamentale seguire dei passi ben precisi, onde evitare di incappare in truffe o altro. Per iniziare è necessario avere un PC e una connessione Internet, dopodiché si potrà iniziare la ricerca, la piattaforma deve assolutamente essere certificata da alcuni dei più importanti enti di controllo, come la CySEC, la CONSOB, questi sono due dei principali enti di tutela finanziari, entrambi monitorano i broker e le transazioni per verificare che sia tutto legale.
Una volta trovata la piattaforma giusta, basta iscriversi e iniziare il trading.

Iniziare a fare trading online

Per accedere ai broker bisogna compilare il form con tutti i nostri dati, caricare sul conto della piattaforma la cifra richiesta per l’apertura, ci sono broker che chiedono 200 Euro e altri nulla, le transazioni, prelievi e accrediti, vengono eseguiti sia con Carte di Credito che con Bonifici bancari.
Una volta fatto questo, ci troviamo nel mondo del trading, il metodo più semplice e più economico è contrattare tramite i prodotti derivati CFD che ci permettono di guadagnare sulle variazione dell’Asset scelto.
Con i CFD è molto semplice fare trading online in quanto è possibile avvalersi di alcuni comandi che ci aiuteranno a tutelare i nostri investimenti, come lo Stop Loss e il Take Profit, con questi due comandi il trader tutelerà i suoi investimenti.

La formazione nel trading online

La formazione nel trading è importantissima, privi di quella brancoleremo nel buio, senza arrivare ad avere buoni risultati. In ogni broker potremo trovare una sezione dedicata a ciò, dove studiare e partecipare a dei Webinar. Per formarsi il trader ha bisogno di studiare sia l’analisi tecnica che quella fondamentale, comprendere la lettura dei grafici, indicatori e oscillatori. Il trading online non è un gioco, è opportuno e doveroso ricordare che questa attività va presa con serietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *